20151230114713Civitavecchia-Stemmait

Sito Web Istituzionale del

Teatro Comunale Traiano di Civitavecchia

11/02/2017, 22:07



TEATRO-DEL-PORTO-con-Massimo-Ranieri-regia-di-Maurizio-Scaparro


 



La Grande Stagione

TURNO A Sabato 18 Febbraio 2017 ore 21.00 
TURNO B Domenica 19 Febbraio 2017 ore 17.00  

TEATRO DEL PORTO 

con Massimo Ranieri 
regia di Maurizio Scaparro 
elaborazioni musicali di  Pasquale Scialò 
scene di  Lorenzo Cutuli 
costumi di  Nanà Cecchi   

Esiste in alcuni di noi la memoria storica o il lontano ricordo di una Napoli vissuta mentre già stava cambiando. 
"Questa preziosa memoria è stata, per Massimo Ranieri e per me, il primo filtro ma anche lo stimolo, dopo la felice esperienza di Viviani Varietà, per continuare a lavorare su un nuovo spettacolo che potesse avere come testimonianza di questo mondo, così ricco, la figura stessa di Raffaele Viviani attraverso il suo teatro (particolarmente quello degli atti unici), le sue parole, il suo canto scenico privilegiando così quel vitalissimo giacimento culturale e musicale che era la Napoli dei quartieri, quella parallela urbana (aperta all’influenza e alle commistioni con il teatrone il Varietà europeo) e di un altro sud che premeva sulla città".

È nato così Caffè del Porto pensando ad uno spazio neutro sospeso tra il mare e la terra (quasi un "porto delle nebbie" come l’abbiamo chiamato durante le prime prove) uno spazio che favorisse lo scambio di conoscenza e di speranze che veniva dal mare e dove vorremmo che Raffaele Viviani ci portasse per mano attraverso il suo teatro e la sua musica per ricordare sogni e delusioni di una grande città, e per accompagnarci verso un futuro già cominciato scoprendo, anche grazie a lui, parole vecchie e nuovi significati come "mediterraneo",n"emigrazione" e, con un po’ di ottimismo, anche "cultura" e"teatro". 

 n"Mio padre era operaio e si alzava all’alba e tornava alla sera, aveva avuto un’infanzia molto difficile, orfano di guerra, era cresciuto in orfanotrofio dove si distraeva suonando una trombetta, dimostrando interesse per la musica e infatti, per questa sua inclinazione mi incoraggiò fin dall’inizio a dedicarmi al canto e ha sempre gioito dei miei successi. 
Mia madre era casalinga e,poiché eravamo otto fratelli, avrebbe voluto vedermi impiegato in comune, con uno stipendio fisso, mentre il mio è il mestiere meno sicuro del mondo, ma quando ha visto che è diventato la mia vita, il mio unico scopo, mi ha sostenuto, volendo però che rimanessi sempre con i pieni per terra. 

Ogni tanto ripenso a quando da bambino cantavo su uno scoglio sul mare di Castel dell’Ovo, a Napoli, per i clienti di un ristorante, con mio fratello  che mi incitava a continuare a cantare, minacciando me, che non sapevo nuotare, di buttarmi in mare. 
Ora tutti i miei fratelli, i miei nipoti e pronipoti sono entusiasti del mio successo!". E ogni volta che si esibisce sia come cantante sia come attore il pubblico lo festeggia e lo sostiene infatti conclude: "il rapporto con il mio pubblico è passionale, è vero amore, un rapporto meraviglioso".


1
ULTIMI 10 ARTICOLI

il Teatro Traiano

Tutte le novità nella tua casella e-mail

Le informazioni sui prezzi e gli orari di apertura

Le notizie dal Traiano:

Spettacoli,

Informazioni,

Aggiornamenti

Teatro Comunale Traiano - Corso Centocelle, 2 - 00053 Civitavecchia - Telefono 0766 370011
logo-ATCL
fundazziu'
20151230114713!Civitavecchia-Stemma_it_1473924838117
Logo-Mibac_4Righe.JPG
COMUNE DI 
CIVITAVECCHIA
logo-regione lazio
Realizzato e gestito dal reparto tecnico del Teatro Comunale Traiano di Civitavecchia - Agosto 2017
Create a website